Il pericolo di un’alimentazione a basso contenuto di grassi “buoni”, e dei farmaci per abbassare il colesterolo..aka Statine

da | Giu 19, 2018 | Benessere, Nutrizione | 2 commenti

Le, ormai evidentemente errate, raccomandazioni sulla salute per ridurre l’assunzione di grassi e colesterolo nella dieta sono molto fuorvianti. Esse includono l’idea che la riduzione del colesterolo a livelli “sani” (attenzione: sempre pericolosamente più bassi) possa essere raggiunta solo con l’aggiunta di farmaci che abbassano il colesterolo. 

Ecco che, il passaggio di queste statine attraverso il processo di approvazione della FDA è stato in passato fortemente spinto ed accelerato. La FDA (Federal Drug Administration) è il maggior e più influente (anche a livello mondiale) ente americano che decide se un farmaco, cibo, supplemento naturale è “buono” o “cattivo”.

Per dare un’idea di questo, il Lipitor, uno dei primi farmaci della categoria delle statine, con molti effetti collaterali negativi, è stato studiato solo per 3 anni invece che per il normale periodo di 9 anni.

Già nel 2012 l’industria delle Statine fatturava 29 billioni di dollari, nel 2010 erano 19 billioni. Quindi è facile capire che c’è un deciso interesse economico a promuovere tali medicinali. 

Lo studio “Ricerca clinica lipidica per la prevenzione primaria coronarica (LRC-CPPT)” è spesso citata come prova per il beneficio di una dieta a basso contenuto di grassi, e uso di statine. 

MA, in realtà, questo studio ha lo scopo di misurare l’efficacia di un farmaco che riduce il colesterolo. A tutti i partecipanti era stata somministrata una dieta a basso contenuto di grassi e a basso contenuto di colesterolo. A metà del gruppo è stato somministrato un farmaco per abbassare il colesterolo. Il farmaco ha ridotto l’incidenza delle malattie cardiache del 24%, ma ha anche aumentato la morte a causa di cancro, ictus, suicidio e altre forme di violenza….effetti da non sottovalutare!

Cosa ha scoperto la ricerca negli ultimi anni: 

$
Le statine causano danni muscolari e dolore…Il cuore è un muscolo 
$
Le statine causano danni ai nervi e danneggiano la memoria (cervello)
$
Le statine inibiscono un enzima epatico che produce colesterolo, necessario per fornire energia alle cellule dal nostro cibo. 
$

Evidenti riscontri di effetti negativi sulla salute legati a bassi livelli di colesterolo, sia a conseguenza dell’assunzione di farmaci specifici, che da attuazione di diete a basso contenuto di grassi (quelli buoni). 

$

Bassi livelli di colesterolo inducono a insufficienza cardiaca congestizia, o la peggiorano, ovvero quando il cuore non è in grado di fornire sangue ricco di ossigeno all’organismo..

$

Le diete a basso contenuto di colesterolo aumentano il tasso di suicidio.

$

I bassi livelli di colesterolo diminuiscono la funzione dei recettori della serotonina nel cervello, influenzando la funzione cerebrale e l’umore. 

$

Le personalità aggressive e antisociali hanno livelli più bassi di colesterolo nelle analisi del sangue rispetto ad altre; i pazienti affetti da problematiche mentali che sono regrediti mostrano bassi livelli di colesterolo nel sangue.

$

Bassi livelli di colesterolo riducono di molto l’ammontare nell’organismo di alcune vitali vitamine e complessi antiossidanti liposolubili, ovvero necessitanti di grasso per essere veicolati, come il CoenzimaQ10. Esso è necessario per un buon funzionamento del mitocondrio della cellula. I mitocondri sono le centraline energetica della cellula, più mitocondri ci sono in una cellula, più la cellula efficiente, più l’organismo funziona bene.

Grazie a queste chiare evidenze ora anche la FDA Americana che è il massimo ente che accerta se un alimento è “buono” o “cattivo”, afferma che: “il Colesterolo non è più un elemento di preoccupazione”. Piano piano le cose stanno fortunatamente cambiando.

Ti potrebbe interessare anche: